COME COSTRUIRE UNA MANGIATOIA.

Si sa che molti uccelli migrano al termine della stagione estiva, come rondini e usignoli. Molti altri però restano (scriccioli, cince) o addirittura scendono da nord per passare l'inverno in Italia dove é meno freddo (pettirossi, merli).
Nonostante queste specie abbiano corpi adatti a sopportare il clima invernale (ad esempio un fitto piumaggio isolante), anche per loro le basse temperature rappresentano comunque un pericolo. Il più sicuro sistema inventato dalla natura per combattere il freddo é quello di nutrirsi. Ma il freddo coincide in inverno con una generale scarsità di cibo, per questo é molto apprezzato dagli uccelli un servizio di offerta adeguata alle loro diete.
Le mangiatoie sono dei semplici attrezzi per offrire cibo agli uccelli selvatici.

I tipi di mangiatoie.
Esistono fondamentalmente due tipi di mangiatoie, una aperta e una con tetto. Ciascuna di esse a sua volta può essere appesa o con supporto. Mentre il fatto di essere appese o avere un supporto non fa differenza per le specie ospiti, la copertura può discriminare le specie dalle dimensioni più grandi, quali piccioni, taccole, gazze e tortore.
Vi é poi un tipo di mangiatoia più specifica per cince e picchi muratori: la mangiatoia a rete.

                                           

Realizzare una mangiatoia non è difficile. Si parte dalla più semplici , come la catenella di arachidi o la noce di cocco, entrambe da appendere,  fino ai modelli in legno aperte  o le più "classiche" chiuse con tetto .Una mangiatoia tradizionale può essere modificata incorporando una mangiatoia automatica . Il vantaggio consiste nel fatto che il dispensatore di cibo non viene sporcato dagli escrementi degli uccelli. Non lasciare mai troppo cibo nel dispensatore per evitare che l'umidità possa covare in esso germi.

 

 

 

 

Quando, dove e come installarle.
Il momento ideale per l'installazione di una mangiatoia é l'inizio dell'inverno, ma ci vorrà qualche giorno prima di vedere i primi ospiti.
I luoghi adatti sono molti: tra i rami spogli di un albero, in mezzo al prato, sul davanzale di una finestra sul giardino. E' importante sceglierne accuratamente l'altezza: é preferibile posizionarla in basso, così sarà frequentata sia dagli uccelli che volano solo in basso, che da quelli che scendono dall'alto. In genere le mangiatoie su supporto sono altre circa un metro e mezzo, mentre quelle appese possono raggiungere anche i tre metri.
Il luogo deve essere tranquillo, soprattutto al mattino e nel primo pomeriggio e possibilmente non battuto da vento e pioggia.
Il cibo andrebbe rinnovato ogni giorno.
Un utile accorgimento per tenere lontani eventuali predatori (tipo i gatti) é posizionare un tronco di cono o una banda di latta o di plastica a metà del sostegno o del tronco.